In Olio Veritas

In Olio Veritas

Sera, finalmente. Una lunghissima giornata di studio o lavoro alle spalle….e adesso? E’ il momento di scrollarsi di dosso la stanchezza e di donare al nostro viso un po’ di meritato riposo: via trucco, smog, impurità…cancelliamo tutto con l’olio!

A sentir parlare di olio sul viso, più di qualcuno avrà storto il naso. D’altronde, è proprio ciò che ho fatto anch’io quando ho sentito parlare per la prima volta di questo primo, essenziale step nella routine di bellezza coreana. La mia pelle è decisamente grassa: poco tendente, forse, ad eruzioni cutanee, ma con evidente sebo in eccesso (quel classico e fastidioso riflesso “lucido” in volto dopo che l’effetto del fondotinta inizia a diminuire). Tutto faceva presumere che aggiungere olio a quello già naturalmente presente sulla pelle non sarebbe stata una buona idea.

La mia prima esperienza con un detergente a base oleosa, però, ha sbaragliato ogni mia aspettativa; non solo la mia pelle non è diventata più grassa, ma, anzi, ho avvertito per la prima volta una morbidezza e una tale sensazione di pulizia da indurmi a pensare, seriamente: “Ma io non mi ero mai struccata prima allora!”.

Ma come è mai possibile una cosa del genere? Come può l’aggiunta di olio al sebo già naturalmente prodotto dalla mia pelle (quello, in sostanza, del quale vorrei liberarmi) non intasare completamente i miei pori, causando una colossale eruzione cutanea della quale parleranno i posteri nelle generazioni a venire?

Tutta la verità sull’olio struccante

Ovviamente, c’è una spiegazione scientifica alla questione. Io non sono un chimico, ma ho fatto innumerevoli ricerche sull’argomento, poiché non riuscivo a darmi pace senza capire cosa producesse un tale miracolo.

E quindi, presto detto: il make up e, più genericamente, le impurità che ostruiscono i pori contengono olio. Se usiamo esclusivamente prodotti struccanti a base acquosa per rimuoverli, scateniamo una reazione chimica naturale (una di quelle semplici che insegnano anche a scuola, ma che tendi a dimenticare): l’acqua e l’olio non si mischiano tra loro. Quindi, in sostanza, cerchiamo di catturare un elemento con un altro che invece fa esattamente l’opposto, ossia lo respinge. Al contrario, andando ad agire su elementi oleosi con elementi struccanti con la stessa composizione, facciamo sì che l’olio “cattivo” e quello “buono” si aggreghino tra di loro, favorendone la successiva eliminazione.

A questo punto, qualcuno nel pubblico penserà: d’accordo, va bene, comprendo la spiegazione scientifica, ma continuo a ritenere che dopo l’applicazione di uno struccante oleoso la mia pelle resterà, inevitabilmente, grassa e unta che neanche le patatine di un fast food. Ancora una volta, però, la scienza ci viene incontro con le sue illuminanti verità: tutti quegli struccanti che si fregiano di essere “oil-free” non fanno altro che privare la pelle del sebo, lasciandola così “sbilanciata” e costringendo le ghiandole sebacee a produrre più sebo per riequilibrare la situazione. Alla lunga, quindi, ciò provoca solo una maggiore produzione di sebo, cosa che si traduce spesso in pelle più grassa e più problematica. Gli struccanti oleosi, invece, contribuiscono a mantenere intatto il pH naturale della pelle, scongiurando il rischio di una produzione eccessiva di sebo.

E c’è di più: a seconda del prodotto utilizzato e degli effetti che desideriamo ottenere, gli struccanti oleosi contengono spesso diversi oli vegetali (oliva, girasole, sesamo, cartamo, mandorla, uva), estratti (thè verde, gelsomino) e/o vitamine (E e C). Oltre a struccare, quindi, questi prodotti possono contribuire a migliorare l’aspetto generale della pelle (ecco da dove derivava quella meravigliosa sensazione di morbidezza!).

Convinti circa la bontà degli olii struccanti?

Provate anche solo una volta a rimuovere il trucco con un olio struccante. Lo noterete all’istante. Il make up si scioglie. Letteralmente.

Non è necessario usare la forza, non dovete strofinare vigorosamente gli occhi con un dischetto di cotone come se cercaste di rimuovere vagonate di fango da un’autovettura dopo un rally nella jungla.

Dovete solo limitarvi a massaggiare dolcemente il viso con gentili movimenti circolari dei polpastrelli e tutto inizierà a dissolversi (una nota veloce: in pochi secondi assomiglierete ad un panda a causa del mascara nero distribuito a caso attorno agli occhi, ma verrà tutto rimosso facilmente una volta risciacquato il viso). L’intero processo ha effetti benefici sulla pelle, perché questa non viene irritata da un eccessivo strofinare ed in più il delicato massaggio favorisce la circolazione negli strati più superficiali del derma.

Capite adesso perché la pulizia del viso è lo step principale di una corretta routine di bellezza?

Trovate l’olio struccante più adatto a voi!

Praticamente tutte le aziende coreane che producono prodotti di skin care hanno realizzato, negli ultimi anni, un proprio olio struccante. Ciò significa, in sostanza, che ci sono centinaia di prodotti che aspettano solo di essere provati (se riuscite a trovarli in vendita dalle nostre parti, ovviamente).

Gli struccanti a base oleosa possono essere venduti in diversi formati:

  1. Olio struccante
  2. Balsamo struccante
  3. Stick struccante

L’olio struccante è ciò che più facilmente associamo a questa categoria: un prodotto liquido e viscoso, venduto in bottiglie e flaconi di diverse dimensioni. Tra i (molti) item più popolari, trovo assolutamente irresistibile il Black Sugar Perfect Cleansing Oil prodotto da Skinfood (che, tra l’altro, è uno dei miei marchi preferiti di sempre).

SKINFOOD | Black Sugar Perfect Cleansing Oil

Contiene zucchero di canna, vino di riso e olii vegetali. E’ inoltre arricchito con vitamine e minerali che favoriscono l’idratazione della pelle ed il suo nutrimento. Adoro anche il suo profumo, dolce ma al tempo stesso lievemente acidulo: estremamente piacevole da annusare, mentre il make up si scioglie agevolmente sotto le dita. Davvero non potrei chiedere altro da un olio struccante!

Il balsamo struccante è generalmente, a causa della sua consistenza compatta, venduto in barattoli, come le creme idratanti. Ciò che rende questi prodotti assolutamente affascinanti ed innovativi è il fatto che, strofinando tra le dita il balsamo, questo si trasforma rapidamente in olio. Uno dei prodotti più famosi in questa categoria è il vendutissimo Clean it Zero di Banila Co.

Banila Co. Clean It Zero

Posso dire, senza tema di smentita, che Clean it Zero è il prodotto che più amo nelle fila degli struccanti oleosi, nonché il primo che io abbia mai provato, quello che mi ha aperto gli occhi su cosa significasse davvero struccare il viso.

La mia cara amica Ji Yeong (Gina per gli amici) mi ha fatto recentemente provare un nuovo struccante in balsamo prodotto da VDL (una sussidiaria del gruppo LG), un marchio che a lei piace particolarmente. Il prodotto in questione si chiama Naked Cleansing Oil Cream Strong e si differenzia dagli altri prodotti simili per una peculiarità: dapprima gelatinoso, si trasforma in olio quando strofinato e poi in liquido lattiginoso quando viene delicatamente emulsionato con dell’acqua tiepida.

VDL | NAKED Cleansing Oil Cream Strong

Gli stick struccanti sono tra gli ultimi arrivati nella famiglia degli struccanti a base di olio. Grazie al loro formato compatto e alla loro consistenza solida, si rivelano dei perfetti compagni di viaggio. D’MASK ha creato la linea Pollution Fighter, specificatamente pensata per donne moderne che vivono in grandi città afflitte dal problema dell’inquinamento. Il Cleansing Monster 3 Steps Deep Cleaning contiene argilla tra i suoi principali ingredienti, quindi è il perfetto alleato per ridurre l’eccesso di sebo nelle pelli più grasse. Inoltre, contribuisce a creare una barriera difensiva dagli agenti inquinanti presenti nell’atmosfera. Un prodotto intelligente, non trovate?

D’MASK | Pollution Fighter Cleansing Monster 3 Steps Deep Cleansing

Curiosi di vedere questi prodotti in azione?

Ho preparato un breve video che potete vedere qui sotto. Tutti i nostri video vengono caricati regolarmente su YouTube, quindi se volete potete abbonarvi al canale di Han River cliccando qui per non perdervi tutte le nostre novità ^^

Avete mai provato ad utilizzare un olio struccante? Qual è stata la vostra esperienza? C’è un prodotto che amate particolarmente oppure uno che proprio non ha fatto per voi? Lasciate un commento nell’apposita sezione qui sotto! Ci piace sentire la vostra opinione 🙂

 

Related Post

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi