Su la maschera! Parte 1 – Maschere in tessuto

Su la maschera! Parte 1 – Maschere in tessuto

Ah, l’incredibile mondo delle maschere coreane! Un fantastico step per rendere la nostra routine di cura della pelle ancora più efficace e gratificante. Sheet mask, maschere a risciacquo, maschere da notte…ci sono mille e più modalità per rilassarsi e, allo stesso tempo, far sì che preziosi ingredienti attivi penetrino efficacemente nella nostra pelle. Curiosi di saperne di più? Continuate a leggere la nostra storia ^^

Penso di poter affermare con certezza che la passione per il mondo della bellezza coreana in Occidente sia partito con le maschere –le sheet mask, per essere precisi.

Quando atterrai a Seoul per la prima volta nella mia vita, cinque anni fa, rimasi assolutamente estasiata dalla quantità di prodotti di skincare sul mercato, ma tutto era così nuovo e misterioso per me da lasciarmi assolutamente stranita. Da dove avrei dovuto cominciare? Le mie amiche coreane non avevano dubbi: “Vai con le maschere”.

Mi decisi così a comprare il mio primo set di maschere da uno dei tanti negozi Innisfree sparsi per la città (Innisfree è un marchio che realizza i suoi prodotti con ingredienti attivi provenienti da Jeju, un’isola vulcanica che è stata annoverata tra le 7 Nuove Meraviglie del Mondo Naturale). Tornai a casa, lavai il viso e applicai per la prima volta nella mia vita una di queste maschere imbevute di paradiso. Il mio amore per i prodotti di skincare Coreani cominciò quel giorno.

E quello era solo l’inizio.

Ancora non sapevo che le sheet mask erano solo la punta di un iceberg morbido, colorato, divertente e profumato chiamato k-beauty! Ma adesso che tutto mi è più chiaro, vorrei fermarmi un attimo ad esaminare questo step essenziale nella routine della cura della pelle, cercando di illustrare tutte le tipologie di maschere disponibili sul mercato e la modalità corretta di utilizzarle.

Il regno incantato delle maschere

Prima importantissima nozione da ricordare: non esiste un solo tipo di maschera. Sto ovviamente parlando dei diversi materiali con i quali le maschere vengono prodotte, ma anche di maschere che non sono prodotte in tessuto, ma piuttosto in soluzioni cremose di diversa consistenza.

Le principali tipologie sono quindi:

  1. Maschere in tessuto (sheet mask)
  2. Maschere a risciacquo (wash-off mask)
  3. Maschere per la notte (sleeping mask)

Le tipologie sono diverse perché intese per essere utilizzate in diversi momenti della giornata, utilizzando diverse metodologie di applicazione. In questo post vi parlerò in maniera estesa delle sheet mask; gli altri due tipi saranno invece al centro del prossimo articolo.

Maschere in tessuto

Come definire una sheet mask? Si tratta, in sostanza, di un’essenza/siero/ampolla sotto forma di maschera in tessuto imbevuto di quegli stessi preziosi ingredienti attivi dei quali abbiamo già parlato in un nostro post precedente (nel caso ve lo foste perso, cliccate qui per scoprire quali sono i nostri ingredienti preferiti da cercare in un trattamento viso).

In una maschera troverete esattamente la giusta quantità di siero richiesta dalla vostra pelle e, una volta applicata, non vi resterà fare altro che rilassarvi mentre gli ingredienti attivi penetrano lentamente negli strati più profondi del viso. Niente male eh?

Quando e come utilizzare una maschera

Come vi capiterà di leggere spesso sulle etichette, le maschere vanno applicate dopo aver effettuato la pulizia del viso e dopo aver applicato il toner. Le maschere contengono gli stessi ingredienti attivi e nutrienti che vengono normalmente utilizzati nelle essenze e nei sieri, quindi  dopo la loro (rilassante) applicazione potrete saltare questi due step. Molte maschere sono altamente idratanti, quindi potreste non sentire la necessità di applicare una crema subito dopo, ma ricordate ciò che abbiamo detto a proposito delle creme idratanti : il loro compito principale è quello di formare un sottile strato protettivo che consente di intrappolare l’idratazione fornita durante gli step precedenti negli strati più profondi della pelle; quindi, il mio consiglio è di utilizzare comunque una crema, anche se leggera, per consentire agli ingredienti attivi appena assorbiti di non disperdersi.

Le sheet mask andrebbero utilizzate una o due volte alla settimana, o comunque ogni volta che avvertite la vostra pelle più disidratata del solito o quando, semplicemente, volete coccolarla e aiutarla a recuperare luminosità e morbidezza. Potreste anche decidere di utilizzare una maschera al giorno, senza timore di effetti indesiderati (se scegliete gli ingredienti giusti per voi). Molte donne coreane ne usano tranquillamente una ogni sera! Personalmente, non ho sempre tempo per applicare una maschera al giorno, ma farlo non mi dispiacerebbe affatto, dato il potere rilassante che hanno sul mio intero organismo…

Ciò che davvero importa, quando applicate una maschera, è osservare scrupolosamente i tempi indicati sulla confezione (che di solito si attestano sui 15-20 minuti). Il motivo? Lasciare una maschera sulla pelle per un periodo troppo lungo potrebbe in realtà portare alla disidratazione poiché, quando le essenze vengono assorbite dalla pelle, le fibre del tessuto iniziano a seccarsi e a riassorbire i liquidi precedentemente rilasciati.

Rimuovendo invece la maschera dopo il tempo prestabilito, noterete dell’essenza non ancora del tutto assorbita. Mi raccomando, non lavatela via! Usate piuttosto i polpastrelli delle dita per massaggiare il prodotto rimasto e picchiettarlo delicatamente, per favorire il suo assorbimento. Anche l’essenza rimasta all’interno della confezione può essere utilizzata! Usatela sul collo e su altre aree che necessitano idratazione, come ad esempio i gomiti. Tutto il vostro corpo vi ringrazierà!

Vantaggi delle sheet mask

Grazie al loro pratico formato monouso, sottile, leggero e compatto, le maschere in tessuto sono perfette compagne di viaggio, ideali anche per essere utilizzate durante quei lunghi voli intercontinentali in grado di disidratare anche le pelli più grasse a causa dell’aria condizionata killer che soffia incessantemente per ore. Estraete una maschera dalla sua confezione, posizionatela sul viso e rilassatevi mentre attraversate il globo: effetto First Class assicurato anche se occupate un microscopico posto in Economy ; )

Tipologie di sheet mask

Le maschere “in tessuto” sono in realtà prodotte in svariate tipologie di materiali. Tra i più comuni troviamo:

  • Fibre: tessuto “non tessuto” che assomiglia molto alla carta. Si tratta della tipologia meno costosa e più diffusa, che ha però come grosso handicap quello di seccarsi molto presto. Inoltre, ha scarsa aderenza sul viso e tende a staccarsi se ci si muove troppo –a meno che non si utilizzi un’apposita maschera di silicone da applicare sopra di esse per mantenerle in posizione. I Coreani hanno sempre una soluzione per tutto : )
  • Polpa: seppur più sottili e qualitativamente superiori, sono molto simili alle maschere in fibra ed hanno in comune lo stesso problema di “perdita di aderenza” e di veloce evaporazione dell’essenza in essa contenuta.
  • Hydro-Gel: le maschere in gel hanno una resa nettamente superiore a quelle in fibra ed in polpa, grazie al fatto di essere ottenute attraverso un processo di produzione che fonde ingredienti attivi all’interno di una sostanza gelatinosa. La loro consistenza sottile le rende particolarmente delicate e per questo motivo queste maschere sono spesso composte da due sezioni che vanno applicate separatamente sul volto: una parte copre la zona tra fronte e naso, mentre un’altra copre la zona delle guance e del mento.
  • Bio Cellulosa: gli esperti di skincare ed i biochimici considerano le maschere prodotte in bio cellulosa –un tipo di fibra completamente naturale –come il top dello standard quando si parla di idratazione e nutrimento della pelle. L’aderenza alla pelle è nettamente superiore e ciò comporta un trasferimento migliore degli ingredienti cosmetici dalla maschera al viso. La consistenza è al tatto è simile a quella di una fresca maschera in gel, ma la sua struttura la rende invece molto più resistente. Ciò che maggiormente colpisce, in queste maschere, è la loro capacità di seccarsi molto più lentamente rispetto alle maschere tradizionali: l’essenza contenuta al loro interno viene assorbita dalla pelle e non riassorbita dalla maschera.

Al di là del materiale con le quali vengono prodotte, esistono centinaia di tipologie diverse di maschere prodotte in Corea. Il mercato è saturo ed il risultato è che, per poter emergere in un ambiente tanto concorrenziale, le aziende coreane investono più di qualsiasi altra nazione al mondo in Ricerca & Sviluppo, cercando costantemente di creare prodotti nuovi ed innovativi. E’ così che i nuovi trend sono cominciati: maschere a 2 step, maschere ad iniezione e le più recenti maschere in alluminio e bubble masks –solo per citarne alcune!

Se volete vedere alcuni di questi prodotti in azione, date un’occhiata al video qui sotto! Contiene una selezione di maschere che ho provato per voi, trascorrendo una mattinata tra molti prodotti divertenti. Il risultato (a parte molte risate mentre Gab, il mio cameraman, riprendeva i miei goffi tentativi di rimanere seria): una pelle tra le più lisce che io abbia mai avuto in tutta la mia vita ; )

I prodotti che vedrete sono:

BLITHE | Blue Zone Marine Intensive Mask Abalone

 

IT’S SKIN | Power 10 Formula PO Mask Sheet
T.P.O. Lifestyle Beauty | V Bending Mask
THE FACE SHOP | Myeonghan Miindo Heaven Grade Ginseng Face Contour Golden Gel Mask
THERMOCEUTICAL | RegeniC Mask for Face & Neck
WELLAGE | Vita Blue Injection Mask
WHEN | The Last Choice
Olive Young X KUNG FU PANDA | Black Hydrogel Mask

 

Date un’occhiata al mio video su YouTube!

Spero che questo post sia stato di vostro gradimento! Non dimenticate di lasciare i vostri commenti nell’apposita sezione qui sotto –in particolare, vorrei conoscere la vostra esperienza con le maschere e se c’è qualche prodotto o marchio che amate (o detestate!) particolarmente.

Al prossimo post!

Related Post

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi